frendeites
comunità

Jean-Pierre Raynaud : Ici

Per il quinto anno consecutivo, il MAMO - Marsiglia Modulor Art Center del Comune radiante di Marsiglia (13) - creato su iniziativa del designer Ora-Ito, invita un artista a mettere gli occhi su un tetto in modo speciale progettato da Le Corbusier. Questa volta è stata la volta di Jean-Pierre Raynaud reinterpretare questo luogo mitico con vista 360 gradi sulla città del sud.

Sul tetto della famosa realizzazione di Le Corbusier, l'artista parigino prende oltre quattro predecessori di prestigio come Xavier Veilhan, Daniel Buren, Dan Graham e Felice Varini. In risposta all'invito di Ora-Ito, la plastica, che sul tetto della città radiante un lavoro pesante significato e simboli: una freccia blu di acciaio lunga 18 metro, terreno leggermente elevata, indicando la vecchio edificio scolastico. Ispirato al voto del giornale, è anche una continuazione della mostra "Non abbiamo alcun interesse a fuggire ciò che si è", presentato nella galleria 2013 Laurent Strouk a Parigi (8e) .
La mostra è anche completata da una selezione retrospettiva del lavoro dell'artista, presentando la serieAutoritratticontenitori 1 000 contenenti i resti della casae il filmLa Casa di Jean-Pierre Raynauddiretto da Michelle porta 1993.

6127nomini

"La freccia è prima traccia di un uomo, uno dei primi segni di scrittura che si trova sulle pareti delle grotte. La freccia è anche un'arma ed è anche una direzione. (...) Quindi non è insignificante che un uomo monopolizza a dire "qui" per dire "io" sto quel segno, che stampa la sua traccia per acquisire spazio. L'ambizione è enorme, off limits. Il sottoscritto e il luogo diventa unico attraverso questo gesto artistico. " Jean-Pierre Raynaud, artista

L'opera è dunque un segnale a molteplici interpretazioni: egli mostra un modo speciale? Dirige l'artista? A chi si rivolge?

"Qui," fino a ottobre 1 2017er a MAMO, Marsiglia (13).

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Jean Pierre Raynaud e MAMO

Foto: Cédreic Alliot

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.